Le Scienze? Uno spettacolo!

 

Nei giorni 27/03/2018 e 28/03/2018 presso l’auditorium della scuola secondaria di primo grado “N.Ronchi” di Cellamare, si è tenuto uno spettacolo ispirato alle scienze. Il protagonista d’eccezione è stato…un moscerino: la Drosophila melanogaster, un piccolo insetto della lunghezza di circa 3 mm, meglio conosciuto come moscerino della frutta. Da anni è oggetto di ricerca per la semplicità con cui può essere allevato e reperito in natura. Tale è il motivo che ha consentito a molti scienziati di utilizzarlo come organismo modello, sia per studi sulla genetica sia sul comportamento, e per questi studi conseguire il premio Nobel per la medicina. Morgan, infatti,nel 1933, riprendendo le leggi di Mendel (pubblicate nel 1865), riuscì a dimostrarne la valenza scientifica. La storia delle ricerche che hanno vistoDrosophila melanogasterprotagonista, proseguono da Morgan al Nobel per la medicina 2017 assegnato ai tre ricercatori Jeffrey C. Hall, Michael Rosbash, W. Young, che hanno scoperto i meccanismi molecolari che controllano i bioritmi. Così noi ragazzi del tempo-scuola prolungato ci siamo cimentati in una rappresentazione recitata e danzata costruita come un percorso interdisciplinare in cui alunni, docenti e genitori hanno messo in gioco ognuno la propria capacità di fare.

 

Le nostre ricerche sull’insetto Drosophila ci hanno condotto a realizzare il copione e la sceneggiatura. Una volta attribuite le parti, sia come attori nei vari ruoli, che come ballerini, i genitori hanno realizzato con grande maestria i costumi da indossare. Per esempio le ali dei moscerini sono state riprodotte da un disegno ingrandito dell’insetto reale.

La storia che abbiamo raccontato è il riassunto della vita, dalla danza dei quattro elementi fondamentali della Natura acqua, aria, terra e fuoco, allo svolgersi delle varie tappe di essa: ricerca di cibo, corteggiamento e riproduzione per la sopravvivenza, passando attraverso la metamorfosi da larva ad insetto adulto.

L’intero spettacolo ha comportato da parte nostra, impegno, prove e allenamento nella recitazione e nella danza, ma va detto che è un’emozione indescrivibile sentirsi protagonisti di uno spettacolo.                             Antonella Giovanniello, classe 2^B

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...